Bando di selezione, per colloquio, per l’assunzione a tempo determinato (24 ore settimanali) – ai sensi dell’art. 110, c. 1, D.LGS. 267/2000, di n. 1 istruttore direttivo cat. D pos. econ. D1 per il settore urbanistico

Dettagli della notizia

Concorso per la copertura di n.1 posti nel Settore Tecnico Urbanistico

Data:

13 Luglio 2019

Tempo di lettura:

Descrizione

Viene indetta una selezione, per colloquio, per l’assunzione a tempo determinato, (24 ore settimanali) ai sensi dell’art. 110, c. 1, D.LGS. 267/2000, di n. 1 istruttore direttivo categoria D posizione economica D1 per il settore urbanistico.

Per l'ammissione alla selezione é richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
a. cittadinanza italiana o di uno stato membro dell’Unione Europea con adeguata conoscenza della lingua italiana Sono fatte salve le prescrizioni di cui al D.P.C.M. 07 febbraio 1994, n° 174, pubblicato nella G.U. 15 febbraio 1994, serie generale, n° 61;
b. Età non inferiore agli anni 18 (diciotto);
c. Per i soli candidati soggetti all’obbligo di leva: posizione regolare nei riguardi dell’obbligo di leva;
d. Godimento dei diritti politici (non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo);
e. Non aver riportato condanne penali ovvero non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludono, secondo le leggi vigenti, dagli impieghi presso gli Enti Locali. L'impiegato decaduto ai sensi della normativa non può partecipare ad alcuna procedura di accesso agli impieghi. Non possono altresì partecipare alle procedure di accesso coloro che sono stati dispensati dall'impiego;
f. Possesso della patente di guida cat. B;
g. Idoneità fisica ed attitudinale allo svolgimento dei compiti connessi al settore tecnico (ai sensi della legge 28 marzo 1991 n° 120, art. 1, si precisa che, per le particolari mansioni a cui è preposto il profilo professionale a concorso, in particolare quelle legate agli accertamenti in ambito ediliziourbanistico e di lavori pubblici ed all’utilizzo di supporti documentali non accessibili alle persone prive della vista, la condizione di privo della vista è da considerarsi inidoneità fisica
specifica);
h. TITOLO DI STUDIO: Diploma di laurea vecchio ordinamento in Ingegneria o Architettura o altro diploma di laurea equipollente ovvero laurea Specialistica o laurea Magistrale equiparata dalla normativa vigente;
i. REQUISITI PROFESSIONALI SPECIFICI: abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere o Architetto;
L. TALI REQUISITI PER L’ACCESSO DEVONO ESSERE POSSEDUTI ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Per maggiori dettagli vedere allegato.

Ultimo aggiornamento: 14/11/2023, 17:37

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri